Cari Soci ed amici,

da tempo AOPA Italia è impegnata nel segnalare e contrastare ingiustificate ed esorbitanti tariffe di handling applicate da alcune Società di Gestione ai traffici di Aviazione Generale presso alcuni aeroporti della rete nazionale. Tariffe che unite ad ingiustificate richieste di PPR/PNR, indisponibilità di carburante AVGAS e di aree di parcheggio, di fatto vengono usate come deterrente per allontanare i nostri traffici considerati poco “remunerativi” e quindi una inutile scocciatura di cui poter fare a meno.

Tutto ciò spesso unito a scarsa chiarezza nelle voci dei documenti fiscali che includono anche servizi “obbligatori” e non richiesti, o come abbiamo recentemente avuto modo di trovare, comprendendo addirittura anche assurdi “contributi prevenzione Covid”.

Le infrastrutture aeroportuali, che ricordiamo vengono pagate dai cittadini, anche se gestite da concessionari imprenditori privati, facendo salve le ovvie eccezioni, non dovrebbero mai impedire la loro accessibilità ai nostri aeromobili e non si dovrebbero attuare criteri di discriminazione attraverso fantasiose trovate come NOTAM e regolamenti di scalo compiacenti.

Per questo, abbiamo predisposto attraverso questo strumento, la possibilità di raccogliere le vostre segnalazioni di comportamenti anomali per poterle inoltrare in forma anonima proteggendo i vostri dati sensibili ad ENAC, in difesa delle nostre posizioni e della nostra libertà di volare.

Avrete la possibilità sia di inviare le copie delle fatture di pagamento, che di segnalare con una nota qualsiasi comportamento negativo e/o vessatorio nei nostri confronti da parte di addetti e funzionari, sia privati che pubblici. Consentendoci di segnalare ufficialmente queste azioni attraverso i nostri canali istituzionali, proteggendo i vostri dati che rimarranno custoditi negli archivi di AOPA Italia nel rispetto delle norme vigenti in materia di  privacy.

 Aiutateci a difendere i nostri diritti, segnalando NOTAM, PPR/PNR, situazione carburante, tariffe applicate, servizi realmente erogati e servizi non richiesti, e quant’altro sia utile a risolvere l’annoso problema della reale fruibilità, come all’estero, dei nostri aeroporti pagati dai contribuenti.

 AOPA Italia 1961-2022 : da oltre sessant’anni a fianco di chi vola.











AOPA Italia